ATTIVITÀ CHIRURGICA

                                          

CHIRURGIA CONVENZIONALE

CHIRURGIA VASCOLARE IN COMBINATA

Questo sezione riporta casi clinici e fotografie intra-operatorie di patologie in cui si fondono le competenze di diversi specialisti, con interventi chirurgici svolti secondo modalità e tempi definiti al fine di garantire al paziente il miglior risultato clinico per la patologia specifica di cui risulta affetto.
 
Chirurgia vascolare in combinata con interventi Ortopedici
 
Nell’ambito della patologia di competenza dell’ortopedico, il chirurgo vascolare può avere un ruolo importante in caso di patologie neoplastiche (solitamente in soggetti giovani) in cui il tumore ingloba le strutture vascolari (arteriose o venose). In questi casi, al tempo chirurgico demolitivo e ricostruttivo dell’ortopedico, si aggiunge il tempo ricostruttivo vascolare (che prevede spesso il confezionamento di bypass realizzati con materiale venoso autologo).
 
CASO I

Osteosarcoma del femore coinvolgente l’arteria e la vena poplitea. Planning chirurgico:

-        Rimozione del tumore in blocco
-        Inserimento dello shunt di Pruitt-Inahara
-        Tempo ricostruttivo ortopedico
-        Tempo ricostruttivo vascolare

                                                                                                                                           

                                                                                                                            

                                                             

CASO II

Paziente giovane con sarcoma di coscia avanzato.

               

CASO III

Paziente con recidiva di leiomiosarcoma all’arto superiore sinistro. Planning chirurgico:
1.     Resezione prossimale dell’ulna
2.     Confezionamento di bypass arterioso omerale-interosseo sinistro in VGS invertita

 

                                         

CASO IV

Paziente giovane affetto da sarcoma sinoviale del cavo popliteo. Resezione in blocco del tumore con tutte le strutture vascolo-nervose associate; successiva ricostruzione dell’integrità vascolare mediante confezionamento di bypass arteriosi e venosi in vena grande safena.

 

  

Chirurgia vascolare in combinata con interventi Urologici/Ch. Generale

CASO V

Esempio di aneurisma dell’arteria renale all’ilo. Primo tempo chirurgico Generale: espianto del rene (in videolaparoscopia); secondo tempo Vascolare: Perfusione fredda del rene, messa a piatto su banco dell’aneurisma renale e confezionamento di innesto in VGS invertita. Terzo tempo chirurgico Generale/Urologico: reimpianto del rene in fossa iliaca destra e ricostruzione dell’asse vascolare (arterioso e venoso) e della via escretrice urinaria.

    

    

               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©2002 - 2020 Clinica di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare Padova - Registrazione - TERMINI D’USO DEL SITO - Privacy e cookies - Site map - Credits